Scorse edizioni

L'uomo in più

in onda lunedì 18 luglio 2011 alle 23.30

    » Segnala ad un amico

    Introduce la puntata: Carlo Freccero.

    Nello sport odierno le tattiche e gli schemi sono protagonisti a pari merito degli atleti. Ma determinanti gli allenatori lo sono stati sempre, vittorie e sconfitte portano la loro firma.

    La carrellata comincia con Emiliano Mondonico, una garanzia per le squadre che lottano in bassa classifica visto che detiene il record di squadre salvate, ed ha appena guidato alla salvezza il “suo” AlbinoLeffe. Conclusa la stagione ha lasciato la squadra e adesso – con la stessa determinazione testarda – lotta per la sua salvezza personale, contro il cancro che l'ha attaccato.

    Poi Massimiliano Allegri, che ha restituito il sorriso e lo scudetto ai milanisti dopo ben sette anni.

    Ancora Franco Ballerini, grandissimo CT della Nazionale di ciclismo per un decennio, quattro mondiali vinti e un'Olimpiade prima di morire all'improvviso, a 45 anni, per un incidente durante una gara di rally.

    Di seguito Dan Peterson, figura leggendaria del basket che a 75 anni, invece di godersi il meritato riposo, è tornato a sedersi in panchina e a trepidare per il risultato.

    Infine una storia della pallavolo: quella di Joel Despaigne, il più grande schiacciatore del mondo nel decennio a cavallo tra gli anni '80 e '90, simbolo dello sport cubano a cui solo la dittatura ha impedito una carriera all'estero forse ancora più strepitosa. Oggi vive in Italia e dal campo è passato alla panchina, allenando una squadra di ragazzine ad Isernia. Nella sua nuova veste, forse aspetta la grande occasione; o forse lo è già questa.