Logo Rai3

Scorse edizioni

Calcio criminale

in onda lunedì 1 agosto 2011 alle 23.40

Riciclaggio, scommesse, consenso sociale: sono le tre aree di interesse che spingono la criminalità organizzata verso il calcio, per piegare a scopi illeciti lo sport più bello.

I volumi di denaro mossi dal giro delle scommesse legali ed illegali sono spaventosi. Il racconto esclusivo di un ex allenatore svela a SFIDE i tariffari pagati per determinare un risultato.

La puntata su “Calcio Criminale” esamina approfonditamente la più importante inchiesta giudiziaria che sia stata condotta su questi temi: l’operazione Golden Goal. La ricostruzione di come il clan camorrista D’Alessandro di Castellamare di Stabia aveva impiantato una rete di connivenze che manteneva il controllo su ogni tipo di scommessa e sulle partite disputate in Lega Pro, con sospetti di combine anche in serie A e B. Attraverso il racconto dei protagonisti, per la prima volta si ricostruisce il quadro completo dell’inchiesta condotta dal pm Rosario Cantelmo.

Il Cosenza Calcio e gli interessi della ‘ndrangheta, una storia narrata attraverso la voce dei giornalisti minacciati e del presidente Pagliuso, arrestato e poi assolto. La vicenda del Sapri, finito nelle mani di Marcello Pesce. Gli interessi sportivi del clan dei Lo Piccolo, le squadre che sono state gestite in toto dal crimine organizzato come l’Albanova (Casale di Principe) Mondragonese (Mondragone), Giugliano Calcio.

In chiusura la storia di Francesco Pisacane, calciatore che rifiuta una grossa somma di denaro per combinare una partita. Perché c'è ancora chi nel calcio ci crede, perché esiste un calcio che resiste.